Moovit eclissa Google Maps e Apple Maps

Ecco perché Moovit eclissa Google Maps e Apple Maps

In occasione del New Mobility World, tenusi a Francoforte a settembre, l’Amministratore Delegato, Nir Erez, ha spiegato per quale motivo Moovit è migliore di Google Maps e Apple Maps. I punti di forza sono la precisione e l’accuratezza delle informazioni sul trasporto pubblico. Ad essi si aggiungono oltre 500 milioni di imput di dati al giorno, sia dagli utenti dell’app, sia da una rete di oltre 200.000 editor (chiamati “Mooviters”). Agli utenti sono fornite informazioni sulla mobilità accurate ed aggiornate, una migliore copertura degli avvisi sul servizio, una localizzazione più precisa delle fermate e itinerari di viaggio più affidabili rispetto a Google Maps o Apple Maps. In fatto di trasporti Moovit è insuperabile.

Moovit

Fonte: Moovit “Eclipses” Better-Known Services Like Google Maps

La partecipazione è la chiave del successo di Moovit ed è il suo valore aggiunto rispetto agli altri competitors che, al contrario, hanno fatto marcia indietro sugli strumenti di partecipazione degli utenti all’aggiornamento dei dati sulla mobilità. L’esempio più eclatante è Google: dopo aver lanciato Google Map Maker (ne avevo parlato qui), permettendo agli utenti di mappare ogni informazione (strade, edifici, attività, eccezion fatta – guarda caso – per i dati di mobilità), da alcuni mesi ha realoadato l’intero sistema riducendo il contributo degli utenti al mero inserimento di informazioni di recapito delle attività presenti sul territorio. Tutte le altre modifiche sono confluite – al pari di quanto accade da sempre su Apple Maps – in una dinamica di semplice “suggerimento” che spesso non riceve alcun feedback.

Related posts:

Mobilità , , , , ,

Informazioni su Giuseppe Bruno

In qualità di praticante avvocato, svolgo da più di un anno attività giudiziale e stragiudiziale nei principali settori del diritto amministrativo e civile, collaborando con studi specializzati e con un'importante società di consulenza internazionale in qualità di praticante avvocato. Ad oggi, mi sono occupato prevalentemente di: - contratti pubblici (appalti, concessioni, project financing); - anticorruzione (redazione di piani anticorruzione, due diligence, checklist); - trasparenza amministrativa (accesso documentale, accesso civico generalizzato/FOIA); - amministrazione digitale (gestione documentale, conservazione sostitutiva); - diritto dell'ambiente; - diritto sanitario. Collaboro dal 2015 con il quotidiano d'informazione giuridica "Norma", presso il quale pubblico quotidianamente articoli e massime sulle principali pronunce di giustizia amministrativa e contabile. Mi sono laureato in Giurisprudenza a luglio del 2016, discutendo una tesi in diritto e regolazione pubblica dell'economia sul tema "Pianificazione e governo delle infrastrutture: il caso ferroviario" (Relatore: Giuliano Fonderico. Correlatore: Marcello Clarich). Appassionato di infrastrutture, trasporti e politiche per il territorio, coordino dal 2015 la community Moovit della provincia di Foggia, occupandomi dell'accuratezza dei dati relativi al trasporto pubblico locale, provinciale e regionale

Precedente Sanatoria di opere abusive su immobili soggetti a vincoli Successivo Accesso civico generalizzato... ma senza esagerare