Desertificazione culturale e chiusura delle biblioteche. E lo chiamano progresso.

Come si misura il progresso? Per molti risiede nello sviluppo economico, per altri nello sviluppo tecnologico, mentre in Italia son sempre meno coloro i quali considerano il progresso come conseguenza del progresso culturale della nazione. L’indice di questo disinteresse è dato dalle scelte politiche, tanto nazionali, quanto locali, che portano a considerare la tutela e […]

[...]

A proposito dell’accentramento degli uffici giudiziari

In un contesto di razionalizzazione della spesa pubblica, la chiusura degli uffici giudiziari in città minori non è il male assoluto. Anzi, i professionisti sanno benissimo che l’accentramento a Foggia comporterebbe un grande risparmio non solo per lo Stato, ma per gli stessi professionisti, giacché avendo una sola sede per gli uffici giudiziari, non sarebbero […]

[...]

Lettera aperta a Gruppo Veneto Banca, a BanApulia, a Chirò ed al sindaco

Al Presidente di BancApulia e presidente della Biblioteca “F. Chirò”, dott. Vincenzo Chirò Al presidente di Gruppo Veneto Banca, dott. Flavio Trinca All’Amministratore Delegato di Gruppo Veneto Banca, dott. Vincenzo Consoli Al Sindaco, avv. Gianfranco Savino La notizia dell’imminente chiusura della Biblioteca “Economico-Giuricia” e dell’imminente trasferimento dei libri in essa contenuta è stata accolta  dai […]

[...]

Costituzione “comitato spontaneo contro la chiusura della biblioteca F. Chirò”

Il giorno 20 dicembre 2011 a San Severo è stata sollevata la questione riguardante la chiusura della Biblioteca “F. Chirò”, che comporterà inevitabilmente la cessazione dei servizi da essa garantiti: –          Consultazione opere presso sale letture attrezzate –          Prestito Locale, tramite agenzia BancApulia e interbibliotecario –          Document Delivery –          Reference –          Desiderata –          Fotocopiatura e […]

[...]

Parlando di giovani e politica

Da parecchio tempo oramai l’immagine dei giovani è quella del disagio: incertezza per il futuro, precarietà psicologica, ricerca di spazi espressivi autonomi, (molte volte fuori dai luoghi di partecipazione), spinta alla trasgressione e all’evasione, desiderio di autorealizzazione e di meritocrazia. Il tutto rientra nella cosiddetta cultura dell’estraneità, per cui si può stare dentro il sistema […]

[...]

Il Comune di Rodi ordina la demolizione dell’ecomostro.

< ![CDATA[Grande soddisfazione del WWF Foggia per l’ordinanza con la quale il Comune di Rodi Garganico ordina alla Società Roccamare la demolizione dell’omonimo fabbricato in cemento armato allo stato grezzo costruito in base alla Concessione Edilizia n. 79 del 21.11.1997. Quella contro questo pericoloso scempio edilizio è una battaglia che il WWF conduce da tempo […]

[...]

Scuola: eternamente in bilico tra passato e futuro

Nel giro di 5 anni abbiamo assistito a numerosi scioperi, contestazioni, mobilitazioni contro ogni possibile cambiamento. Una tendenza direi quasi “conservatrice” (o forse è meglio dire “eternamente polemica”) degli studenti che è diventata più acuta nei confronti di quella che voleva essere una “rielaborazione della scuola (quella in stile Gentile) in chiave moderna: la riforma […]

[...]

Il comitato per la tutela del mare del Gargano

< ![CDATA[Tra il mare e i garganici c’è sempre stato un legame molto forte. Un legame che, spesso superando la semplice funzionalità economica per la pesca e l’esportazione di agrumi, si è arricchito di un profondo contenuto culturale e, in certi casi, religioso. D’altro canto nessuno ignora quanto la natura sia stata generosa: tutti conoscono […]

[...]
Giuseppe Bruno

Il mio primo intervento pubblico. VI giornata dell’Associazionismo Attivo del Gargano

Buona Sera a tutti, sono Giuseppe Bruno, ho 17 anni e vengo da Rodi. Da molti anni, però, vivo a San Severo dato che i servizi offerti dalla mia cittadina hanno spinto i miei genitori a trasferirsi in una cittadina servita più decentemente. Il tema di oggi è “Parla Garganico”, una frase semplice ma altrettanto […]

[...]